San Pietroburgo live

Minuto dopo minuto direttamente da San Pietroburgo, crocevia tra Europa e Asia.

La registrazione del cittadino straniero in Russia: quando, come e perché farla

La registrazione nel territorio della Federazione Russa è uno degli incubi del turista, soprattutto per la grande disinformazione che accompagna l’argomento: vediamo allora di fare un po’ di chiarezza. Soprattutto per tutti coloro che soggiornano in appartamento o da amici è importante avere ben chiare le regole di base.

La registrazione in Russia

Che cos’è la registrazione?

E’ un processo di notifica alle autorità russe sul fatto che ci troviamo presso un determinato alloggio: è un’abitudine nata durante il periodo sovietico per gestire i flussi migratori ed in vigore tutt’oggi. Non è la carta di migrazione: quello è un foglio che viene consegnato all’entrata in Russia e che deve essere consegnato insieme al passaporto per poter effettuare la registrazione. La carta di migrazione deve essere restituita all’uscita dal paese, la registrazione invece viene esibita solo quando viene richiesto.

Esempio di carta di migrazione

La registrazione all'arrivo in Russia


Esempio di registrazione

La registrazione all'arrivo in Russia


Quando è obbligatoria la registrazione?

Come capita spesso in Russia, qui ci sono diverse teorie: c’è chi sostiene che la registrazione va fatta entro i 7 giorni di calendario e chi sostiene entro i 7 giorni lavorativi. Il sito dell’UFMS, organo russo sulla migrazione, non è chiaro perché parla genericamente di 7 giorni. Chi sostiene 7 giorni lavorativi ritiene che non ci sia sempre possibilità di poter effettuare la registrazione (se le poste sono chiuse a Capodanno come può una persona registrarsi in 7 giorni di calendario soggiornando in appartamento?). D’altro canto, chi sostiene la teoria dei 7 giorni di calendario, sottolinea come ci siano comunque delle poste aperte 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. I più importanti tour operator ritengono che la persona si debba registrare in 7 giorni lavorativi: quindi esclusi sabato e domenica e festività russe e noi, fino a quando verranno fornite prove contrarie, siamo dello stesso avviso.

Importante: anche se fino a 7 giorni lavorativi siete in regola, non aspettate il 7imo giorno lavorativo per registrarvi. Fatelo il primo, o il secondo o massimo il terzo giorno di calendario perché in certi ufficio non accettano i documenti se la carta di migrazione, come dicono i russi, non è “fresca”, se quindi siete entrati nel paese già 7 giorni fa.

La registrazione all'arrivo in Russia


Regole speciali durante i Mondiali di Russia 2018

Dal 25 maggio 2018 al 25 luglio 2018 il cittadino straniero dovrà registrarsi in 1 giorno di calendario se soggiorna nelle città di Mosca, San Pietroburgo, Kazan, Volgograd, Yekaterinburg, Kaliningrad, Nizhny Novgorod, Rostov-on-Don, Samara, Saransk e Sochi.

Se avete prenotato un alloggio privato contattate immediatamente il proprietario e chiedete se è in grado di effettuare una registrazione: tantissimi proprietari di appartamenti non svolgono questo lavoro professionalmente e non sono avvezzi a certe procedure.

Hotel e appartamento: differenze

Hotel. In questo caso la situazione è semplice: l’hotel ha un sistema collegando direttamente con l’ufficio della migrazione e vi potrà registrare al momento. L’hotel è costretto a registrarvi anche se soggiornate un giorno pertanto vi chiederà una sovrattassa (in genere 200 o 300 rubli) per effettuare la registrazione.

Appartamento. In questo caso dovrete accertarvi che il proprietario o il gestore dell’alloggio vi registri qualora vi fermiate più di 7 giorni lavorativi. La registrazione presso l’alloggio di competenza ha un costo e può anche arrivare a 2000 rubli: infatti, non sempre il proprietario è presente e può registrarvi e spesso ci si affida ad agenzie specializzate, più rapide e precise nell’elaborazione di questi documenti. In caso di problemi contattate La Casa di Bury, agenzia turistica a San Pietroburgo specializzata in visti per la Russia e appartamenti a San Pietroburgo

Minohotel, ostello o strutture intermedie. Vista la proliferazione di strutture non sempre ben identificabili, è sempre meglio chiedere se possono effettuare una registrazione e a che prezzo o tempistiche.

Il cittadino straniero non si può registrare autonomamente: è necessario che vi sia un russo per poterlo registrare.

La registrazione in Russia


Dove mi posso registrare?


Fondamentalmente in 3 luoghi:
  • all’UFMS, ufficio russo che gestisce la migrazione: ve lo sconsigliamo ma tecnicamente potete farlo qui;
  • presso un ufficio postale in Russia accompagnato dal proprietario dell’appartamento (qui la registrazione costa circa 250 rubli, pochi euro);
  • presso un’agenzia turistica specializzata (qui la registrazione di un visto turistico può costare dai 1000 ai 2000 rubli).

Procedura di registrazione in Russia


Se state in un hotel, l’hotel sarà costretto a registrarvi in ogni caso: non importa se l’hotel non è lo stesso della lettera d’invito, l’hotel sarà costretto comunque a registrarvi visto che pernottate presso la struttura.
Per registrarvi, sono necessari i seguenti documenti:
  • passaporto;
  • carta di migrazione;
  • visto per la Russia;
  • pagina del passaporto dove c’è il timbro d’entrata.
Qui vedete un facsimile del foglio da completare in posta per richiedere la registrazione del visto per la Russia.

La registrazione in Russia


Considerazioni sulla registrazione
  • Se volete effettuare delle pratiche legali in Russia, come aprire un conto corrente, ritirare ingenti somme di denaro, comprare un appartamento o aprire una società, fate subito la registrazione, potrebbe esservi richiesta in qualunque momento.
  • Il processo di registrazione è lo stesso sia se il vostro visto è turistico oppure business: con il visto business la registrazione massima che potrete fare sarà di 3 mesi (perché è il periodo di permanenza massimo in Russia).
  • Se avete un visto studio o lavoro in tal caso la registrazione può essere effettuata solo dall’azienda o università invitante.
  • Se fate la Transiberiana il biglietto del treno è equivalente alla registrazione, anche se noi vi consigliamo di farla tramite agenzia per tutto il periodo del visto, semplificherà le vostre decisioni in merito agli spostamenti.
  • La registrazione non serve per lasciare il paese: i controlli in dogana sono rarissimi oramai, in genere viene richiesta carta di migrazione e passaporto.

Stai organizzando il tuo viaggio a San Pietroburgo? Con La Casa di Bury visto turistico per la Russia da 99 € e appartamenti in gestione diretta in centro, clicca qui per saperne di più: www.LaCasadiBury.com

Vota:
Come arrivare alla camera d’ambra del palazzo di E...
San Pietroburgo: le 8 discoteche per una night lif...

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli